E' possibile aumentare l'attenzione condivisa in soggetti con disturbo dello spettro autistico?