Sistema Dolomiti: un modello vincente?