Il T.A.R. Calabria condanna l’amministrazione al risarcimento del danno da ritardo per non avere adottato il progetto individuale di cui all’art. 14, D.Lgs. n. 328/2000, richiesto per la figlia dai genitori di una minore con disabilità. Tale condanna segue all’accertamento di un danno non patrimoniale, di tipo esistenziale, patito tanto dai genitori, quanto dalla minore con disabilità. La sentenza offre lo spunto per riflettere sulla natura del progetto individuale quale strumento di riduzione degli ostacoli posti dalla condizione di disabilità. Inoltre, consente di considerare i caratteri del rapporto in cui l’amministrazione procedente e la persona con disabilità si vengono a trovare nell’ambito del procedimento diretto alla sua adozione. Infine, conduce ad alcune osservazioni sulla configurazione del danno da ritardo, anche in relazione al dibattito sulla previa valutazione della spettanza del bene della vita.

The Regional Administrative Court of Calabria has ruled that the administration is liable for compen- sating damages arising from a delay in adopting the individual project specified under Article 14 of Legislative Decree No. 328/2000. This project was demanded by the parents of a minor with disabilities for their daughter. The court’s decision is based on the establishment of a non-pecuniary, existential type of harm endured by both the parents and the minor. This judgment provides an occasion to consider the nature of the individual project as a mechanism for mitigating barriers imposed by a disability. Additionally, it prompts an examination of the dynamics characterizing the relationship between the public administration and the individual with disabilities within the context of the proceedings aimed at project adoption. Lastly, it encourages reflection on the configuration of damages resulting from the delay, particularly in connection with the ongoing debate surrounding the prior assessment of entitlement to the good of life.

Il progetto individuale per le persone disabili e il danno da ritardo nella sua adozione / Bombardelli, Marco. - In: GIORNALE DI DIRITTO AMMINISTRATIVO. - ISSN 1591-559X. - STAMPA. - 2024:1(2024), pp. 113-124.

Il progetto individuale per le persone disabili e il danno da ritardo nella sua adozione

Bombardelli, Marco
2024-01-01

Abstract

Il T.A.R. Calabria condanna l’amministrazione al risarcimento del danno da ritardo per non avere adottato il progetto individuale di cui all’art. 14, D.Lgs. n. 328/2000, richiesto per la figlia dai genitori di una minore con disabilità. Tale condanna segue all’accertamento di un danno non patrimoniale, di tipo esistenziale, patito tanto dai genitori, quanto dalla minore con disabilità. La sentenza offre lo spunto per riflettere sulla natura del progetto individuale quale strumento di riduzione degli ostacoli posti dalla condizione di disabilità. Inoltre, consente di considerare i caratteri del rapporto in cui l’amministrazione procedente e la persona con disabilità si vengono a trovare nell’ambito del procedimento diretto alla sua adozione. Infine, conduce ad alcune osservazioni sulla configurazione del danno da ritardo, anche in relazione al dibattito sulla previa valutazione della spettanza del bene della vita.
2024
Il progetto individuale per le persone disabili e il danno da ritardo nella sua adozione / Bombardelli, Marco. - In: GIORNALE DI DIRITTO AMMINISTRATIVO. - ISSN 1591-559X. - STAMPA. - 2024:1(2024), pp. 113-124.
Bombardelli, Marco
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
GDA_2024_1.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (Publisher’s layout)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 213.63 kB
Formato Adobe PDF
213.63 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11572/412191
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact