Il dialogo interrotto tra il Consiglio di Stato francese e la Corte di Giustizia