L’analisi del movimento come indicatore della sindrome autistica