Vergogna e coscienza di sé nel Simposio platonico