Una suggestiva raccolta sulla giurisprudenza romana classica protagonista nella dialettica tra potere e processo