Su "Gente indipendente" di Halldor Laxness