Il confronto con il diritto penale nazionalsocialista