Simon Wiesenthal e il primato della testimonianza