Un piccolo omaggio a Elinor Goldschmied