Monologhi interiori per esaltare la complessità dei semplici