Nallino, il fascismo e le colonie