La pluralità delle fonti del consenso: due recenti sentenze della Corte costituzionale