Letteratura ed eresia nel Duecento italiano: il caso di Matteo Paterino