La morte di Jacopo Bonfadio (1550) tra sensibilità erasmiana, riflessione filosofica e medicina