I 'limiti' della pazienza