L'Accademia dei Georgofili e la letteratura per il popolo: un concorso antisocialista (II)