Vernon Lee e Firenze settant'anni dopo