Verso l'entropia della responsabilità medica