e/o: la parola chiave