Nell'aprile del 1773, Parigi fu scossa dal timore che una cometa provocasse un disastroso cataclisma. All'origine del clamore, il "Mémoire sur les comètes" dell'astronomo Lalande (Bourg-en-Bresse 1732-Paris, 1807), che aveva sostenuto la non impossibilità fisica e matematica di uno scontro/incontro tra Terra e comete.

Non è la fine del mondo. Lalande, le comete e la comunicazione del rischio nel Settecento / Ampollini, Ilaria. - , pp. 1-340.

Non è la fine del mondo. Lalande, le comete e la comunicazione del rischio nel Settecento.

Ampollini, Ilaria

Abstract

Nell'aprile del 1773, Parigi fu scossa dal timore che una cometa provocasse un disastroso cataclisma. All'origine del clamore, il "Mémoire sur les comètes" dell'astronomo Lalande (Bourg-en-Bresse 1732-Paris, 1807), che aveva sostenuto la non impossibilità fisica e matematica di uno scontro/incontro tra Terra e comete.
42517
Humanities
Luzzi, Serena
Italiano
Settore M-STO/02 - Storia Moderna
Settore M-STO/05 - Storia della Scienza e delle Tecniche
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
tesiAmpollini.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato (Doctoral Thesis)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 6.29 MB
Formato Adobe PDF
6.29 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11572/368491
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact