'A ciascuno il suo': libertà religiosa e sovranità in Francesco Ruffini