Tantrismo, una sponda per il dialogo