Un altro plauso per Antonio Domenico Triva: l’allegoria della Lode