La 'grammatica della leggibilità' nel manoscritto cisterciense