Sereni e il nichilismo metodico di «Stella variabile» (1981)