La morte è un’abitudine difficile da spezzare». Forme della temporalità umane e post-umane in «Zero K» (2016) di Don DeLillo