Lo Stato islamico sciita: tra quietismo e interventismo