Dal "Convivio" alla "Monarchia" per il tramite del "De officiis" di Cicerone: l'imprescindibile paradigma ciceroniano