Sulla "minima unità economica" della pretesa azionata in giudizio