Essere, possibilità, senso: note per un confronto Rosmini/Husserl