Pico, l'"Oratio" e la 'dignità dell'uomo': una recente interpretazione