Sul testimone monacense di "Reis glorios": note linguistiche e testuali