This paper is aimed at presenting the ALPES project (“Alpine Landscapes: Pastoralism and Environment of Val di Sole”), discussing its first results and identifying its perspectives. ALPES is an interdisciplinary research program for the study of traces of pastoral exploitation in the uplands. The fieldwork has been focused on a sample area of Val di Sole, namely Val Molinac and Val Poré, corresponding to the pastures of Ortisé and Menas (Mezzana, Trento, Italy), between ca. 2000 and 2700 m asl. Since 2010 archaeological field surveys and excavations have been carried out. Almost one hundred pastoral and non-pastoral structures (enclosures, huts, rock-shelters, etc.) have been recorded. From the excavation of one of the biggest sites – the MZ005S compound –, the first data about material culture and chronology have been collected. The preliminary results show the existence of an upland pastoral landscape, composed of different structures and features (paths, water canals, etc.) creating a palimpsest, whose main phase seems attributable to the sixteenth century AD. Questo contributo si propone di presentare il progetto ALPES (Alpine Land scapes: Pastoralism and Environment of Val di Sole), discuterne i primi risultati e individuarne i possibili sviluppi futuri. ALPES è un programma di ricerca interdisciplinare volto allo studio delle tracce dello sfruttamento pastorale negli ambienti d’alta quota. Le attività si sono concentrate in un’area campione della Val di Sole, le valli Molinac e Poré, corrispondenti ai pascoli delle località di Ortisé e Menas (Mezzana, Trento, Italia), tra ca. 2000 e 2700 m di quota. Iniziato nel 2010, il progetto ha visto lo svolgimento di ricognizioni e scavi archeologici, che hanno permesso la localizzazione di circa un centinaio di strutture pastorali e non (recinti, capanne, ripari…) e la raccolta dei primi dati relativi alla cultura materiale e alla cronologia da uno dei siti di maggiori dimensioni, il complesso MZ005S. I primi risultati mostrano l’esistenza di un vero e proprio paesaggio pastorale d’alta quota, costituito da strutture e infrastrutture (sentieri, canali…) che vanno a formare un articolato palinsesto, la cui fase principale di sfruttamento sembra risalire al XVI secolo AD.

Antichi pastori in Val di Sole (Trento, Italia): primo bilancio del progetto ALPES, 2010-2013 / Angelucci, Diego Ercole; Carrer, Francesco; Cavulli, Fabio; Pedrotti, Annaluisa. - (2014), pp. 53-66. ((Intervento presentato al convegno Antichi Pastori. Sopravvivenze, tradizione orale, storia, tracce nel paesaggio e archeologia tenutosi a Bosco Chiesanuova (VR) nel 26-27 ottobre 2013.

Antichi pastori in Val di Sole (Trento, Italia): primo bilancio del progetto ALPES, 2010-2013

Angelucci, Diego Ercole;Carrer, Francesco;Cavulli, Fabio;Pedrotti, Annaluisa
2014

Abstract

This paper is aimed at presenting the ALPES project (“Alpine Landscapes: Pastoralism and Environment of Val di Sole”), discussing its first results and identifying its perspectives. ALPES is an interdisciplinary research program for the study of traces of pastoral exploitation in the uplands. The fieldwork has been focused on a sample area of Val di Sole, namely Val Molinac and Val Poré, corresponding to the pastures of Ortisé and Menas (Mezzana, Trento, Italy), between ca. 2000 and 2700 m asl. Since 2010 archaeological field surveys and excavations have been carried out. Almost one hundred pastoral and non-pastoral structures (enclosures, huts, rock-shelters, etc.) have been recorded. From the excavation of one of the biggest sites – the MZ005S compound –, the first data about material culture and chronology have been collected. The preliminary results show the existence of an upland pastoral landscape, composed of different structures and features (paths, water canals, etc.) creating a palimpsest, whose main phase seems attributable to the sixteenth century AD. Questo contributo si propone di presentare il progetto ALPES (Alpine Land scapes: Pastoralism and Environment of Val di Sole), discuterne i primi risultati e individuarne i possibili sviluppi futuri. ALPES è un programma di ricerca interdisciplinare volto allo studio delle tracce dello sfruttamento pastorale negli ambienti d’alta quota. Le attività si sono concentrate in un’area campione della Val di Sole, le valli Molinac e Poré, corrispondenti ai pascoli delle località di Ortisé e Menas (Mezzana, Trento, Italia), tra ca. 2000 e 2700 m di quota. Iniziato nel 2010, il progetto ha visto lo svolgimento di ricognizioni e scavi archeologici, che hanno permesso la localizzazione di circa un centinaio di strutture pastorali e non (recinti, capanne, ripari…) e la raccolta dei primi dati relativi alla cultura materiale e alla cronologia da uno dei siti di maggiori dimensioni, il complesso MZ005S. I primi risultati mostrano l’esistenza di un vero e proprio paesaggio pastorale d’alta quota, costituito da strutture e infrastrutture (sentieri, canali…) che vanno a formare un articolato palinsesto, la cui fase principale di sfruttamento sembra risalire al XVI secolo AD.
Antichi Pastori: sopravvivenze, tradizione orale, storia, tracce nel paesaggio e archeologia
Trento
MUSE - Museo delle Scienze di Trento
9788853100276
Angelucci, Diego Ercole; Carrer, Francesco; Cavulli, Fabio; Pedrotti, Annaluisa
Antichi pastori in Val di Sole (Trento, Italia): primo bilancio del progetto ALPES, 2010-2013 / Angelucci, Diego Ercole; Carrer, Francesco; Cavulli, Fabio; Pedrotti, Annaluisa. - (2014), pp. 53-66. ((Intervento presentato al convegno Antichi Pastori. Sopravvivenze, tradizione orale, storia, tracce nel paesaggio e archeologia tenutosi a Bosco Chiesanuova (VR) nel 26-27 ottobre 2013.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Angelucci_et_al_2014a-Atti_antichi_pastori-Val_di_Sole.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (Publisher’s layout)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 2.15 MB
Formato Adobe PDF
2.15 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11572/98388
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact