Parola e coscienza: sul rapporto tra il card. Martini e il mondo ebraico