Questo volume rende conto, in modo ampio e articolato, delle principali interpretazioni teoriche del comportamento deviante elaborate nel corso degli ultimi due secoli. Tali elaborazioni teoriche rappresentano una base solida per cercare di spiegare, alla luce di nuove ricerche empiriche, la nascita e lo sviluppo della condotta deviante, del suo consolidarsi e trasformarsi in carriera deviante, o ancora del suo scomparire dalla vita di un soggetto. Il libro è strutturato in due distinte ma interconnesse parti. La prima parte offre un quadro dei principali approcci teorici che hanno caratterizzato, nel tempo, il pensiero socio-criminologico e che rappresentano un riferimento imprescindibile per chi voglia comprendere gli aspetti di fondo in grado di influenzare l’eziologia delle condotte devianti. Nella seconda parte vengono proposti i principali apporti che rientrano nel neo-paradigma della Developmental Life Course Criminology. Un paradigma teorico e di ricerca, in fase di costante elaborazione, il quale integra diverse teorie “classiche” e che è strettamente connesso ai risultati di indagini longitudinali mirate sulla nascita e l’evoluzione dei comportamenti trasgressivi nel ciclo di vita. Il volume è un’importante ricognizione critica dei concetti chiave che aiutano a comprendere il perché e il come del comportamento deviante e a conoscere, alla luce dell’attuale ricerca socio-criminologica, quali possano essere i fattori di rischio che più inducono il soggetto alla trasgressione e, di conseguenza, anche quali fattori possano meglio proteggere dall’instaurarsi di “pericolosi” percorsi devianti.

Comportamento deviante e corso di vita. Interpretazione teorica e ricerca longitudinale

Bertelli, Bruno;
2013

Abstract

Questo volume rende conto, in modo ampio e articolato, delle principali interpretazioni teoriche del comportamento deviante elaborate nel corso degli ultimi due secoli. Tali elaborazioni teoriche rappresentano una base solida per cercare di spiegare, alla luce di nuove ricerche empiriche, la nascita e lo sviluppo della condotta deviante, del suo consolidarsi e trasformarsi in carriera deviante, o ancora del suo scomparire dalla vita di un soggetto. Il libro è strutturato in due distinte ma interconnesse parti. La prima parte offre un quadro dei principali approcci teorici che hanno caratterizzato, nel tempo, il pensiero socio-criminologico e che rappresentano un riferimento imprescindibile per chi voglia comprendere gli aspetti di fondo in grado di influenzare l’eziologia delle condotte devianti. Nella seconda parte vengono proposti i principali apporti che rientrano nel neo-paradigma della Developmental Life Course Criminology. Un paradigma teorico e di ricerca, in fase di costante elaborazione, il quale integra diverse teorie “classiche” e che è strettamente connesso ai risultati di indagini longitudinali mirate sulla nascita e l’evoluzione dei comportamenti trasgressivi nel ciclo di vita. Il volume è un’importante ricognizione critica dei concetti chiave che aiutano a comprendere il perché e il come del comportamento deviante e a conoscere, alla luce dell’attuale ricerca socio-criminologica, quali possano essere i fattori di rischio che più inducono il soggetto alla trasgressione e, di conseguenza, anche quali fattori possano meglio proteggere dall’instaurarsi di “pericolosi” percorsi devianti.
Milano
FrancoAngeli
9788820420796
Bertelli, Bruno; L., Mariotti
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11572/96877
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact