Modernità, religione e xenofobia in Europa