La condizione post-totalitaria e la “Nuova” Europa: gli orientamenti valoriali dei giovani