Il concorso internazionale per la ricostruzione dei souk di Beirut è una occasione di ricerca condotta su due livelli: il primo concerne i caratteri di generalità di un progetto per la città contemporanea e il secondo i caratteri specifici dell'intervento per una particolare città mediorientale. La prima riflessione sul progetto è incentrata sulla individuazione di una forma insediativa. Il progetto di ricostruzione riguarda, in questo caso, una città ciclicamente distrutta e ricostruita in forme diverse, un luogo dove le sedimentazioni non permettono di vedere che pochissime tracce affioranti della storia. Il tema si presenta come problema di definizione architettonica dell'area urbana centrale per una moderna città capitale apparentemente priva di particolari segni evidenti della storia. Il problema progettuale è pertanto quello di stabilire i modi e le forme della nuova urbanizzazione per il centro di una città moderna, così come si porrebbe per una qualsiasi città europea. La seconda riflessione sul progetto riguarda, invece, quelle specificità urbane che non sembrano offerte dal luogo ma che emergono con forza come problema di linguaggio architettonico; problema che coinvolge la scelta stessa dei tipi edilizi per gli edifici di una città mediorientale, prodotto di una cultura storicamente antagonista rispetto a quella europea: il tema dell'architettura coloniale.

Concorso internazionale di idee per la ricostruzione del souk di Beirut, Libano

Lamanna, Claudio;
1994-01-01

Abstract

Il concorso internazionale per la ricostruzione dei souk di Beirut è una occasione di ricerca condotta su due livelli: il primo concerne i caratteri di generalità di un progetto per la città contemporanea e il secondo i caratteri specifici dell'intervento per una particolare città mediorientale. La prima riflessione sul progetto è incentrata sulla individuazione di una forma insediativa. Il progetto di ricostruzione riguarda, in questo caso, una città ciclicamente distrutta e ricostruita in forme diverse, un luogo dove le sedimentazioni non permettono di vedere che pochissime tracce affioranti della storia. Il tema si presenta come problema di definizione architettonica dell'area urbana centrale per una moderna città capitale apparentemente priva di particolari segni evidenti della storia. Il problema progettuale è pertanto quello di stabilire i modi e le forme della nuova urbanizzazione per il centro di una città moderna, così come si porrebbe per una qualsiasi città europea. La seconda riflessione sul progetto riguarda, invece, quelle specificità urbane che non sembrano offerte dal luogo ma che emergono con forza come problema di linguaggio architettonico; problema che coinvolge la scelta stessa dei tipi edilizi per gli edifici di una città mediorientale, prodotto di una cultura storicamente antagonista rispetto a quella europea: il tema dell'architettura coloniale.
E. Godoli
Architetti italiani per la Siria e il Libano nel XX secolo
Firenze
Maschietto Editore
8880790307
9788888967905
Lamanna, Claudio; F., Pittaluga
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11572/93014
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact