Implicitezza e (in)comprensione: note sulla rapidità nell'italiano contemporaneo.