Una sovrascrittura emozionale del paesaggio: l'invenzione delle Dolomiti