Del guardare e del vedere: spazi illuminati e zone d'ombra nella narrativa di Cornell Woolrich