Le "due amministrazioni", il difensore civico e la Costituzione