La finzione del dono putativo