I diritti umani "sanciti" nella Carta europea, fra impulsi codificatori e suggestioni giurisprudenziali