La nostra conversazione come esempio di laboratorio di genere e intercultura