Il saggio indaga le fonti di ispirazione della Lunga notte di Medea di Corrado Alvaro, il suo inserirsi nelle temperie culturale della prima metà del Novecento, i suoi agganci con il resto della produzione non solo letteraria ma anche giornalistica di Alvaro, a partire da Gente in Aspromonte e dagli articoli sul tema della “Folla” apparsi sul Mondo di Giovanni Amendola. Particolare attenzione viene dedicata alla collaborazione con Giorgio De Chirico, scenografo e costumista per la prima rappresentazione del testo.

Alvaro, De Chirico e Medea nella Calabria metafisica

Ieranò, Giorgio
2010

Abstract

Il saggio indaga le fonti di ispirazione della Lunga notte di Medea di Corrado Alvaro, il suo inserirsi nelle temperie culturale della prima metà del Novecento, i suoi agganci con il resto della produzione non solo letteraria ma anche giornalistica di Alvaro, a partire da Gente in Aspromonte e dagli articoli sul tema della “Folla” apparsi sul Mondo di Giovanni Amendola. Particolare attenzione viene dedicata alla collaborazione con Giorgio De Chirico, scenografo e costumista per la prima rappresentazione del testo.
Gli antichi dei moderni: dodici letture da Leopardi a Zanzotto
Verona
Fiorini
9788896419106
Ieranò, Giorgio
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11572/81743
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact