Il saggio ricostruisce la posizione di Alberto Magno sulla fascinazione e sui fenomeni connessi alla terza proprietà o forma della profezia, quella legata alle facoltà motorie o alla volontà, fenomeni spesso denominati «immaginazione transitiva» o «mirabilia». L'autore rende conto delle spiegazioni albertine di questi fenomeni, del suo confronto con le fonti (Avicenna in primis, ma anche Ermete, Aristotele e altri), delle contraddizioni apparenti o reali e dei cambiamenti di opinione di Alberto consultando tutti i luoghi nel corpus albertino in cui quei temi sono discussi.

Albert the Great's Doctrine of Fascination in the context of his philosophical System

Palazzo, Alessandro
2009-01-01

Abstract

Il saggio ricostruisce la posizione di Alberto Magno sulla fascinazione e sui fenomeni connessi alla terza proprietà o forma della profezia, quella legata alle facoltà motorie o alla volontà, fenomeni spesso denominati «immaginazione transitiva» o «mirabilia». L'autore rende conto delle spiegazioni albertine di questi fenomeni, del suo confronto con le fonti (Avicenna in primis, ma anche Ermete, Aristotele e altri), delle contraddizioni apparenti o reali e dei cambiamenti di opinione di Alberto consultando tutti i luoghi nel corpus albertino in cui quei temi sono discussi.
Via Alberti: Texte – Quellen – Interpretationen
Muenster
Aschendorff Verlag
9783402117156
Palazzo, Alessandro
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11572/78776
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact