Alcune osservazioni sul canto piano all’epoca di Carissimi